Il cioccolato fa sempre male ai denti?

Il cioccolato fa sempre male ai denti?

Alcuni cibi e bevande minano la salute dei denti provocando la formazione di carie e placca, responsabili nel tempo della perdita di alcuni elementi della bocca. Il cioccolato, irresistibile e goloso, è da sempre sotto accusa. Ma costituisce davvero un pericolo?

Cioccolato: il miglior alimento salva-sorriso

Un sorriso perfetto è sinonimo di denti sani e forti. Tuttavia, quotidianamente, alcuni microrganismi attaccano il cavo orale, dando origine a carie, placca, nonché alla progressiva perdita di smalto. La carie è il nemico numero uno dei tuoi denti. Nei primi stadi è asintomatica, ma quando si spinge più in profondità può comportare dolore, alitosi ed ipersensibilità dentinale. Una carie non adeguatamente curata può degenerare in ascesso, formazione di cisti e granulomi, gengivite e piorrea (o parodontite). Per prevenire la carie ed altre patologie del cavo orale è buona abitudine lavare i denti accuratamente dopo ogni pasto e scegliere alimenti anticariogeni. Pertanto, orientati su cibi che:

richiedono una masticazione robusta;

contengono minerali preziosi per lo smalto dei denti (ad esempio fluoro e calcio);

non si attaccano al bordo gengivale ed ai denti;

non sono acidi;

hanno un contenuto irrisorio (o pari a zero) di zuccheri.

Prediligi dunque i mirtilli, la cicoria e le verdure crude che consentono di mantenere i denti ben puliti. Il formaggio, il vino rosso, il caffè e lo yogurt, ricchi di calcio e grassi buoni, rinforzano i denti. Paradossalmente, il cioccolato rientra tra le golosità alleate del tuo sorriso. Secondo gli esperti del Collegio dei Docenti Universitari di Odontoiatria partecipanti al XXI Congresso Nazionale, il cioccolato protegge i denti dagli attacchi di carie e placca, nonché riduce la progressiva perdita di smalto. In realtà, tali virtù possono essere attribuite esclusivamente al cioccolato fondente contenente l’80% (o più) di cacao. L’alimento è costituito da antibatterici naturali tra cui: i polifenoli (che evitano la produzione di glucani) ed il mutano che riduce le capacità adesive dei germi alle superfici dentali, limitando le condizioni ottimali per la formazione della placca.

Cioccolato extra-fondente: quando fa bene ai denti

 

Cristoforo Colombo portò per primo il cacao in Europa, una sostanza ricavata dai semi dell’omonima pianta americana, mediante un processo di fermentazione, torrefazione o triturazione. Dal cacao, mediante opportune lavorazioni, si ottengono il cioccolato al latte e quello bianco. Incredibilmente irresistibili, sono al tempo stesso molto pericolosi per la salute dei denti, delle gengive e dell’intero cavo orale. Essendo alimenti molto zuccherini, scatenano una reazione infiammatoria, specie se è presente una piccola carie, al primo stadio. Lo zucchero si infiltra nella lesione, stimolando le terminazioni nervose. Ne consegue una sensazione fastidiosa e/o dolorosa. Il cioccolato extra-fondente, invece, non subisce trattamenti particolari. Costituito da cacao puro, contiene proteine, vitamine del gruppo B, lipidi, glucidi, minerali ed un’irrisoria quantità di zuccheri, per cui si rivela un alleato perfetto per la salute dei tuoi denti ed un vero toccasana per l’organismo. Infatti, il cioccolato extra-fondente:

riduce il rischio di ictus e di altre malattie cardiovascolari;

– ricco di antiossidanti contrasta la formazione dell’antiestetica cellulite (o altrimenti nota come pelle a buccia d’arancia) che colpisce indistintamente uomini e donne di qualsiasi peso e conformazione (anche una persona magra può soffrire di questa malattia). Inoltre, è un valido alleato contro i radicali liberi, che causano l’invecchiamento cellulare e quindi cutaneo;

– abbassa la pressione arteriosa, rivelandosi più efficace di una corsa all’aria aperta di 30 minuti;

– stimola le endorfine e la serotonina (o ormone del buonumore), utili contro la depressione ed i disturbi legati all’ansia;

– migliora le capacità cognitive e soprattutto la memoria, in quanto contiene un’elevata percentuale di fosforo e di metilxantine (sostanza simile alla caffeina);

– protegge la pelle dall’azione dannosa dei raggi ultravioletti;

– ha una benefica azione idratante e previene la formazione di eritemi;

molto energetico è ideale per gli sportivi e gli adolescenti. Non è consigliato, invece, nei bambini dagli zero a tre anni (che potrebbero sviluppare allergie) e nelle donne che allattano al seno;

– infine, migliora le prestazioni sessuali, aumentando il flusso sanguigno ed il rilassamento della muscolatura.

Cioccolato extra-fondente: accorgimenti per la salute dei tuoi denti

Il cioccolato extra-fondente costituisce un valido supporto per mantenerti in forma ed in perfetta salute. Tuttavia, fai attenzione a non abusarne e rispetta alcune regole fondamentali:

acquista solo cioccolato contenente cacao all’80% o anche più;

– consumalo solo dopo i pasti o comunque quando puoi lavarti i denti entro pochi minuti;

– non associarlo ad altri dolciumi e prodotti di pasticceria (come dessert troppo ricchi di carboidrati e zuccheri). In caso contrario, purtroppo, il cioccolato pur essendo extra-fondente, potrebbe rivelarsi dannoso annullando le sue benefiche proprietà.

L’introduzione del cacao nella dieta di un bambino appena svezzato (3-5 anni), conduce il piccolo alla sperimentazione di nuovi sapori, differenti da quelli zuccherini di cui è naturalmente attratto. Come ben sai, la continua richiesta di alimenti dolci implica una maggiore predisposizione all’obesità, esponendo il bimbo anche al rischio di carie. Le abitudini quotidiane nonché una corretta igiene orale possono fare la differenza. Per cui, controlla la tua golosità, non abusando eccessivamente del cacao. Essendo parecchio energetico, potrebbe costituire un pericolo per la tua linea. Inoltre, non dimenticare di lavare bene i denti dopo ogni pasto (soprattutto la sera, per evitare che residui di cibo possano corrodere lo smalto dei denti). Impiega uno spazzolino con il manico dritto, setole non troppo dure e dalle punte preferibilmente arrotondate. Sostituiscilo non appena le setole cominciano a piegarsi ed a deformarsi. Abbina un buon dentifricio preferibilmente al fluoro, perché svolge una potente azione rimineralizzante e protettiva contro la carie. Ricorda di rimuovere la placca dagli spazi tra un dente e l’altro utilizzando il filo interdentale, lo scovolino ed un buon colluttorio, prodotti che fungono da ausilio alla pulizia regolare ed efficace dei tuoi denti.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Chiama Ora

Utilizziamo i cookies per migliorare la navigazione degli utenti. Per questa ragione ricorriamo ai cookies (propri o terzi).
Continuare la navigazione, comporta l'accettazione dell'uso degli stessi da parte degli utenti.